Lo sbarco in Sicilia del 1943

Viaggio storico-turistico ideato in collaborazione con il Prof. Ezio Costanzo, storico e autore di libri e documentari sullo sbarco alleato in Sicilia del 1943
Vogliamo raccontarvi la storia dello sbarco anglo-americano in Sicilia del luglio 1943 che diede inizio alla sconfitta del nazi-fascista in Italia e in Europa. Lo faremo riportandovi sui luoghi dell’Operazione Husky, lungo gli itinerari militari dell’avanzata alleata, toccando le città e i posti che videro protagonisti gli eserciti ma anche la popolazione civile, visitando i manufatti che di tale evento ne sono ancora testimonianza.
Un momento di storia che diventa un viaggio in Sicilia, lungo la costa che da Licata e Gela arriva sulle spiagge del siracusano di Pachino e Noto, luoghi dai quali ebbe inizio la liberazione dell’Europa.
Un viaggio che si nutre della memoria storica e che trova in questi luoghi episodi, storie di uomini e soldati, testimonianze visive che offrono un’intenza emozione e riconducono indietro nel tempo verso una importante pagina della Seconda guerra mondiale.
Si visiteranno i luoghi più significativi della “Operazione Husky”: le spiagge dello sbarco, i luoghi delle battaglie più importanti, i rifugi antiaerei, i cimiteri di guerra, i luoghi resi celebri dai reportage di Phil Stern e Robert Capa, il Museo di Troina dedicato a Robert Capa ed il Padiglione dedicato a Phil Stern presso il Museo dello Sbarco a Catania.
Il prof. Ezio Costanzo, tra i massimi studiosi dello sbarco, scrittore ed autore di documentari sull’argomento, referente in Italia della famiglia Stern, concluderà il viaggio in Sicilia con una conferenza, aperta al dibattito, che coinvolgerà i partecipanti. Durante la serata verrà proiettato il documentario “Sicilia 1943” realizzato dallo stesso autore.

Durata: 5 giorni / 4 notti
Disponibilità: tutto l'anno

 
- Visita del centro storico di Catania e del Museo dello sbarco presso il centro fieristico "Lee Ciminiere" di Catania
- Escursione sull’Etna
- Visita di Taormina
- Visita ai cimiteri di guerra di Agira, Bicocca e Motta S.Anastasia
- Visita di Troina e al Museo dedicato a Robert Capa
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
1° Giorno: Arrivo a Catania in aereo o a Pozzallo in catamarano da Malta. Giornata dedicata interamente al tragitto effettuato dalle truppe di liberazione immediatamente dopo lo sbarco. Si visiteranno i luoghi più importanti dello sbarco in Sicilia: il tratto costiero che va dalle spiagge da Gela e Licata fino alla costa siracusana (Marzamemi, Avola, Portopalo), ove sbarcarono le truppe americane, inglesi, canadesi e del Commonwealth. Varie soste previste a Gela (lapide di Ponte Dirillo), Licata (sotterranei anti-aerei, la Tholos, il Rifugio Antiaereo di Via Marconi e l'Esposizione reperti Operazione Husky) e Cassibile (spiaggia del Gelsomineto e luogo dell’armistizio). Pranzo lungo il percorso. Rientro in hotel nella zona di Siracusa. Visita dell’Ipogeo in Piazza Duomo, utilizzato come rifugio antiaereo, e passeggiata notturna ad Ortigia.
 
2° Giorno: Visita guidata di Siracusa (Catacombe di Santa Lucia, usate come rifugio antiaereo, e castello Eurialo a Belvedere, magnifica fortezza greca di grande importanza strategica) e proseguimento lungo la costa fino ad Augusta, sede del porto militare e dell’Hangar per dirigibili. Pranzo lungo il percorso. Sulla strada per Catania sosta nella zona della Battaglia di Primosole e al Cimitero Militare Inglese di Bicocca ove sono seppelliti oltre 2100 soldati del Commonwealth morti durante le battaglie dell’operazione Husky. Pernottamento a Catania. Eventuale visita del centro storico illuminato (Piazza Duomo, Teatro Massimo, Piazza Università, ecc.).
 
3° Giorno: Giornata dedicata alla costa ionica della Sicilia. Si inizia con un passaggio panoramico sullo stretto di Messina, teatro della ritirata delle forze nazi-fasciste durante l’operazione Lehrgang. Si prosegue per Taormina, massima attrazione del turismo siciliano e importante sede dell’intelligence e dello spionaggio internazionale ai tempi della seconda guerra. A seguire risalita dell’Etna, il vulcano più alto d’Europa e indimenticabile panorama della costa ionica tra boschi secolari e antiche colate laviche. Un’esperienza unica che da sola vale il viaggio in Sicilia. Sulle tracce del percorso seguito dalle forze italo tedesche durante la loro ritirata si giungerà a Castiglione di Sicilia, sede del terribile eccidio nazista. Sosta in una cantina dell’Etna per una degustazione di vini siciliani. Rientro in hotel.
 
4° Giorno: Viaggio all’interno della Sicilia, verso il territorio della provincia di Enna, sui luoghi della marcia delle truppe canadesi e statunitensi. Sosta al Cimitero canadese di Agira. Si prosegue per Assoro, Leonforte Nicosia, Sperlinga, e Troina, alla ricerca dei luoghi simbolo dell’operazione Husky ove si svolsero sanguinose battaglie e alla scoperta di bellissimi centri storici dove il tempo sembra essersi fermato ai tempi della dominazione normanna. Rientro a Catania. Farewell dinner e conferenza di Ezio Costanzo, tra i maggiori storici dello Sbarco 1943.
 
5° Giorno: Giornata dedicata alla visita della città di Catania e al suo centro storico: i caratteristici mercati popolari ed i principali monumenti del tipico barocco di pietra lavica. Piazza Duomo (contiene le reliquie di Sant’Agata), Piazza Università, Convento dei Benedettini (secondo in Europa per dimensioni), il Teatro Massimo dedicato al catanese Vincenzo Bellini. Si visiteranno alcuni sotterranei utilizzati come rifugi anti-aereo ed i monumenti del centro storico utilizzati dall’Amgot. Visita al Museo dello Sbarco presso il Centro fieristici “Le Ciminiere”, con la guida del prof. Ezio Costanzo. Si potrà accedere al “Phil Stern Pavillon” dedicato all’indimenticabile fotografo di guerra statunitense e al suo viaggio in Sicilia in occasione del 70° anniversario dello sbarco. Tempo libero a disposizione, trasferimento per l’aeroporto e imbarco per i luoghi di origine.
 

  
• 1° Giorno: Siracusa
• 2°-3°-4° Giorno: Catania
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 

 Richiedi informazioni